Case dell’acqua

La casa dell’acqua si presenta come un chiosco collegato alla rete acquedottistica che erogare acqua liscia e gassata, entrambe refrigerate.
La realizzazione della casa dell’acqua nasce con lo scopo di promuovere l’acqua di rete – in alternativa alle minerali in bottiglia – come bevanda di qualità valorizzando le caratteristiche della risorsa (l’acqua ha i requisiti di potabilità già all’origine, non necessita di trattamenti)  e la sicurezza garantita dai numerosi controlli a cui è sottoposta.
L’uso dell’acqua di rete evidenzia un approccio ecologico anche per quanto riguarda l’attenzione al risparmio di materie prime nonchè allo smaltimento dei rifiuti: l’acqua del rubinetto non ha bisogno di imballaggi e quindi è possibile evitare l’uso del petrolio, dell’energia e dell’acqua per la fabbricazione delle bottigliette. Minore è il numero di bottigliette prodotte ed utilizzate, minore sarà la quantità di rifiuti da recuperare o da smaltire. La casa dell’acqua può, infine, aiutare le famiglie anche a spendere meno in quanto l’acquisto dell’acqua in bottiglia ha sicuramente un prezzo più elevato rispetto all’acqua di rete.