PREMIATI 7 COMUNI AIMAG FRA I “COMUNI RICICLONI” DELL’EMILIA ROMAGNA

30 Novembre 2018

Giovedì 29 novembre a Forlì si è svolta la premiazione dell’undicesima edizione di “Comuni Ricicloni dell’Emilia-Romagna”, edizione regionale della storica iniziativa nazionale di Legambiente, che premia i migliori risultati conseguiti dalle amministrazioni comunali in tema di gestione dei rifiuti urbani nel corso del 2017.

I COMUNI AIMAG PREMIATI
Tra i Comuni sotto i 5000 abitanti, Camposanto si aggiudica il primo posto sia per i minori quantitativi a smaltimento (49 kg/ab) che per la maggior percentuale di raccolta differenziata (90%). Secondo Comune per la maggior percentuale di raccolta differenziata, è San Possidonio.
Nella categoria dei Comuni tra 5000 e 25000 abitanti, si aggiudica il primo posto per i minori quantitativi a smaltimento e maggior percentuale di raccolta differenziata il Comune di San Felice sul Panaro con 46 kg/abitante a smaltimento e 90,6% di raccolta differenziata. San Felice sul Panaro si aggiudica anche il premio per il maggior aumento di raccolta differenziata rispetto all’anno precedente, facendo registrare un +32%.  Il secondo posto per minor smaltimento procapite va al Comune di Novi di Modena, mentre quello per la seconda miglior percentuale di raccolta differenziata va al Comune di Medolla (MO).

Tra i premiati nella categoria dei Comuni sopra i 25.000 abitanti troviamo per il secondo anno consecutivo Carpi che registra il minor quantitativo di rifiuti totali smaltiti (70 kg/ab) e la maggior percentuale di raccolta differenziata (83,7%).
Al Comune di Soliera la “menzione speciale Sartori Ambiente” per i migliori risultati conseguiti a seguito dell’introduzione della tariffazione puntuale.
Grazie agli ottimi risultati ottenuti in questi Comuni (a cui si aggiungono anche Cavezzo e Concordia, terzi e quarti nella classifica dei Comuni fra i 5.000 e i 25.000 dopo Novi e Medolla, AIMAG si caratterizza come il primo gestore in Emilia Romagna, con 11 Comuni con raccolta domiciliare e con applicazione della tariffa puntuale, con una media di raccolta differenziata all’82% e 81 kg/abitante/anno per rifiuti a smaltimento.
Gli unici due Comuni che rimangono esclusi dai primi posti delle classifiche sono Mirandola e San Prospero in quanto i premi fanno riferimento ai dati 2017, anno in cui Mirandola e San Prospero hanno completato l’implementazione della raccolta domiciliare e i cui effetti sui risultati sarà significativo nel 2018. Entrambi i Comuni, con i dati 2018, avranno i titoli per essere ai primi posti della classifica regionale.