Benvenuto nel portale internet di Aimag Spa - clicca per andare alla home page
sei in HOME » La sostenibilità

LA SOSTENIBILITA'

 

La scelta verso la responsabilità d’impresa compiuta da AIMAG si traduce nell'adozione, a livello economico e culturale, di una politica aziendale che concilia gli obiettivi economici con gli obiettivi sociali e ambientali. L’impegno di AIMAG è quello di creare valore per tutti i suoi stakeholder. Questa è la mission condivisa da proprietà, amministrazioni, direzione e struttura operativa.

Il percorso

Già dal 2000 AIMAG è una della prime aziende pubbliche a livello nazionale ad applicare la Carta dei servizi e ad ottenere la certificazione di qualità UNI EN ISO 9001:2000 e UNI EN ISO 14001:1996.

 

Nel 2004 AIMAG ha redatto il suo primo rapporto di sostenibilità, il documento che descrive le principali relazioni fra impresa, ambiente in cui opera e i suoi stakeholder.

 

Nel 2005 AIMAG ha redatto un "triplice" bilancio, un cofanetto composto dal bilancio economico, dal rapporto di sostenibilità  e dal report del capitale intellettuale. Il rapporto di sostenibilità, alla sua seconda edizione, come integrazione e completamento del bilancio economico, ha previsto l’inserimento di nuovi indicatori di carattere sociale ed ambientale fra cui, in particolare la misurazione del risparmio energetico in riferimento al Protocollo di Kyoto. La vera novità dell’anno è stata però rappresentata dal Report del capitale intellettuale in quanto, in questo documento, si propone un approccio innovativo nell’analisi delle risorse immateriali come fattore alla base del vantaggio competitivo e della creazione di valore. L’obiettivo è quello di mostrare come le risorse immateriali variano nel tempo e che cosa faccia  l’azienda  per prendersi cura di esse.


 

Nel 2006 AIMAG è passata da rapporto di sostenibilità a vero e proprio bilancio di sostenibilità come documento informativo che descrive ma anche quantifica le principali relazioni fra l’impresa, e l’ambiente ove opera, introducendo nuovi ed importanti indicatori di sostenibilità sociale ed ambientale.

 

Nel 2007 si aggiungono nuovi risultati: aumentano e migliorano le informazioni quantitative e gli indicatori per dare conto, ancora meglio, delle attività svolte dall’azienda ma contemporaneamente viene dato ampio spazio all’ascolto strutturato. Ancora una volta, più che un punto di arrivo vorremmo considerare anche questo bilancio di sostenibilità come punto di partenza per possibili miglioramenti ed ulteriori innovazioni.

 

AIMAG pubblica nel 2008 il suo terzo bilancio di sostenibilità in abbinamento al Report del Capitale Intellettuale.  Il volume affianca il bilancio di esercizio.

Agli elementi consolidati nelle precedenti edizioni del bilancio di sosteniblità, sono affiancati importanti innovazioni che rappresentano sempre meglio l’impegno e i risultati dell’azienda in termini di responsabilità economica, sociale ed ambientale.  Risparmio energetico, recupero della materia e produzione diffusa di energia sono le tre parole chiave scelte per proporre una lettura trasversale delle attività aziendali ed evidenziare le linee guida delle politiche ambientali. L’azienda ha inoltre deciso di pubblicare, a distanza di tre anni dalla prima versione, una nuova edizione del Report del Capitale Intellettuale in abbinamento al Bilancio di sostenibilità.

Il Report del Capitale Intellettuale, nel 2004, rappresentava il culmine di un processo di attenzione e di sviluppo del capitale intellettuale intrapreso da alcuni anni. Allo stesso tempo è stato un punto di partenza, un momento di riflessione di definizione di una serie di azioni di miglioramento da intraprendere negli anni a seguire. Nella consapevolezza che il capitale intellettuale era, ed è, la principale fonte di creazione di valore per un’azienda come AIMAG, in questi anni la società ha continuato a lavorare sul capitale intellettuale e per questo, l’azienda ha deciso di rendere conto dei percorsi che sono stati intrapresi e dei risultati ottenuti.

 

Nel 2009 si è deciso di estendere l’analisi del bilancio puntando su un duplice obiettivo: illustrare il percorso intrapreso a partire dal 2003 e, nel contempo, presentare fatti e cifre relativi al 2008. La volontà è stata quella di integrare il tradizionale bilancio annuale con la presentazione delle scelte che nel corso degli anni hanno dato vita all’orizzonte economico, sociale ed ambientale di AIMAG. Un orizzonte nel quale la sfida della sostenibilità si è articolata in strumenti adeguati alla creazione di valore economico, mitigando gli impatti ambientali a vantaggio del nostro territorio e delle persone che lo vivono.
Per questo, dopo la presentazione dell’identità e delle strategie del Gruppo, la parte centrale del bilancio racconta le performance più significative in materia di sostenibilità, le decisioni sostenute e i risultati raggiunti nei diversi ambiti di attività suddivise in macro categorie: l’evoluzione dei servizi pubblici, il recupero della materia e il risparmio energetico. A completare la sezione dedicata al percorso di questi anni il tema del dialogo aperto con i pubblici esterni e interni all’azienda. Una parte del Bilancio quest’anno vede la presentazione dei risultati relativi alla percezione del personale Aimag sulle pratiche di sostenibilità, raccolti attraverso focus group realizzati nell’aprile 2009.

 

Nel 2010 il bilancio di sostenibilità presenta, come di consueto, i report relativi agli indicatori economici, sociali e ambientali. Tra le “cifre” più significative, spicca su tutte la raggiunta autosufficienza energetica di AIMAG: nel 2009 la quantità di energia prodotta da fonte rinnovabile assommata all’energia risparmiata, ha coperto e addirittura superato quella consumata dall’attività industriale del Gruppo. E così si è riusciti ad ottenere un duplice risultato: conseguire un prezioso risparmio economico aziendale, evitando un importante costo (economico e ambientale) al territorio. Accanto agli indicatori, il bilancio di sostenibilità presenta un grande e articolato capitolo dedicato all’ascolto e alla valutazione dei principali interlocutori del Gruppo: sostenibilità, capitale sociale e attenzione al territorio rappresentano, infatti, termini impegnativi che rischiano di rimanere soltanto buoni propositi se non vengono misurati e costantemente messi in discussione con i diversi pubblici dell’impresa: solo così è possibile tentare di migliorare le proprie prestazioni. Ed è per questo che nel capitolo si dà spazio alle tante voci di questo “sapere locale” che va a formare e modellare il capitale sociale di AIMAG: le valutazioni di soci, partner e fornitori sono state raccolte tramite interviste personali, per sondare le opinioni di clienti e operatori scolastici sono state utilizzate le consolidate indagini di customer satisfaction, mentre per i dipendenti si è ripetuta la positiva esperienza dell’anno precedente con una nuova sessione di focus group.


Nel 2011 sono arrivate novità importanti per il bilancio di sostenibilità: l’ascolto degli stakeholder è stato implementato attraverso la realizzazione di tre focus group monostakeholder con dipendenti, clienti e fornitori, più uno multistakeholder che ha coinvolto soggetti finanziari, esponenti del terzo settore, amministrazioni pubbliche e stampa locale.
Questo metodo ha permesso di conoscere le impressioni degli stakeholder relativamente alle caratteristiche positive e negative dell’azienda, ricavando anche suggerimenti di miglioramento e opinioni sul futuro aziendale. Inoltre, nel 2010 AIMAG ha migliorato ulteriormente l’efficienza energetica
ottenuta nel 2009 e ha applicato compiutamente e per la prima volta tutti gli indicatori GRI (Global Reporting Initiative), procedendo anche ad una loro compilazione che ha coinvolto tutte le società del Gruppo.

 

Nel 2012, per il bilancio 2011, l'ascolto degli stakeholder è stato ulteriormente implementato: sono stati mantenuti due focus group (dipendenti ed amministratori) ed è stata inserita una ricerca affidata all'Istituto Cattaneo che ha coinvolto circa 900 utenti intervistati sulla fiducia nelle istituzioni, il senso di appartenenza alla comunità e la qualità dei servizi gestiti da AIMAG nel territorio.

torna alla pagina precedente
condividi: Condividi su FaceBook Condividi su del.icio.us Condividi su Segnalo Condividi su NewsVine Condividi su ReddIt Condividi su Google

Questo sito internet è valido html 4.01 strict, clicca per accedere al validatore html 4.01, il sito verrà aperto in una nuova finestra Questo sito internet è valido CSS 2.0, clicca per accedere al validatore css, il sito verrà aperto in una nuova finestra sito internet validato wcag wai a Questo sito internet è ottimizzato per la visualizzazione sui principali browsers
Segui le novità attraverso i FEED Rss