Il compost

AIMAG produce un fertilizzante che presenta le caratteristiche dell’ammendante compostato misto (più avanti indicato come a.c.m.) di cui al D.L.vo 29 aprile 2010 n. 75 e s. m. i., allegato 2 (ammendanti), capitolo 2 (ammendanti), numero d’ordine 5. L’utilizzo dell’a.c.m. prodotto da AIMAG è consentito in agricoltura biologica nel rispetto dei requisiti aggiuntivi e delle ulteriori limitazioni previste dall’allegato 13, tabella 1 – ammendanti, numero d’ordine 5, colonna 4 del D.L.vo 29 aprile 2010, n. 75 e s.m.i. (ovvero non viene prodotto con l’impiego di fanghi).
L’ammendante compostato misto è in grado di:
–  aumentare la fertilità del terreno grazie all’elevato contenuto di sostanza organica;
- migliorare le proprietà biologiche del terreno in quanto sede e nutrimento dei microrganismi responsabili dei cicli degli elementi nutritivi essenziali alla vita vegetale;
–  migliorare le proprietà fisiche del terreno in quanto le particelle di sostanza organica facendo da “collante” contribuiscono in modo determinante alla formazione di una buona struttura; inoltre, la tipica porosità dell’ammendante permette al terreno di acquisire una maggiore permeabilità all’acqua e all’aria oltre che una maggiore ritenzione idrica;
- migliorare le proprietà chimiche del terreno in quanto la sostanza organica contenuta nel compost è in grado di trattenere gli elementi nutritivi apportati per altra via al terreno; tali elementi una volta immagazzinati nella sostanza organica, vengono liberati gradualmente e resi disponibili per l’assorbimento radicale;
–  fornire al suolo elementi nutritivi (N, P e K) permettendo il minor impiego di concimi di sintesi.
L’ammendante prodotto attraverso il processo di compostaggio può essere liberamente impiegato in svariati ambiti: agricoltura in pieno campo intensiva ed estensiva, floricoltura e orticoltura, costruzione di giardini, manutenzione di tappeti erbosi, impianto di arbusti e alberi.
Per la formulazione dell’a.c.m. sono impiegate le seguenti matrici: rifiuti lignocellulosici, frazione organica da raccolta differenziata del rifiuto urbano, rifiuti della ristorazione, scarti agroindustriali, digestato da trattamento anaerobico (con esclusione di quello proveniente dal trattamento di rifiuto indifferenziato).
Al termine del processo di compostaggio il materiale grezzo viene vagliato a 10 mm.

Scarica la scheda informativa con le caratteristiche chimico-fisiche del compost

Scarica l’etichetta informativa