RIFIUTI – AZIENDE

Agevolazioni tariffarie post Covid

Per attività nei Comuni di Carpi, Novi e Soliera

AIMAG, in veste di gestore del servizio rifiuti, ha recepito quanto disposto dalle deliberazioni dei Consigli Comunali del territorio relativamente alle misure di agevolazione tariffaria a vantaggio degli utenti non domestici.
AIMAG intende garantire che le agevolazioni definite dagli enti competenti siano erogate in modo equo e tempestivo nel rispetto della normativa nazionale e locale.
Il documento si sofferma principalmente sugli aspetti pratici ed è rivolto agli utenti aziendali e alle associazioni.

Sono definite tre categorie di agevolazioni:

a) UTENZE CON LIMITAZIONI TEMPORALI ESTESE: utenze non domestiche con codice ATECO ricompreso nell’allegato 1 al DL n° 137 del 28.10.2020 (cosiddetto Decreto Ristori) come convertito con modificazioni dalla Legge n° 176 del 18 dicembre 2020; rientrano in tale categoria a titolo esemplificativo e non esaustivo bar, ristoranti, alberghi, gelaterie e pasticcerie, impianti sportivi, ecc…

b) UTENZE CON LIMITAZIONI TEMPORALI MEDIE: rientrano in tale categoria: utenze non domestiche con sospensione o limitazione dell’attività nel periodo di zona rossa 2021; come da DPCM del 2 marzo 2021. Rientrano in tale categoria sia le attività commerciali al dettaglio – fatta eccezione per le attività di vendita di generi alimentari e di prima necessità individuate nell’allegato 23 del medesimo decreto -, sia le attività inerenti i servizi alla persona diverse da quelle indicate nell’allegato 24 del medesimo decreto. Rientrano anche in tale casistica le utenze non domestiche con codice ATECO 94.9 (attività di altre organizzazioni associative) e gli esercizi commerciali ubicati all’interno di centri commerciali, gallerie commerciali per i quali è stata prevista la chiusura nei giorni festivi e prefestivi (art. 26 comma 2 DPCM 2 marzo 2021).

c) UTENZE CON RIDUZIONE DI FATTURATO:
1. utenze non domestiche che non rientrino nei casi a e b e che presentano i requisiti di cui ai commi da 1 a 4 del D.L. 22 marzo 2021 n° 41 come convertito con modificazioni dalla Legge 21 maggio 2021, n° 69; si fa in particolare riferimento ad utenze non domestiche per le quali l’ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi dell’anno 2020 sia inferiore almeno del 30% rispetto all’ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi dell’anno 2019.
2. utenze non domestiche che presentano i requisiti di cui ai commi da 5 ad 8 dell’art. 1 del DL 25 maggio n. 73 (nel testo in vigore prima della conversione in Legge). Si fa in particolare riferimento ad utenze non domestiche per le quali l’ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi del periodo dal 1° aprile 2020 al 31 marzo 2021 sia inferiore almeno del 30% rispetto all’ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi del periodo dal 1° aprile 2019 al 31 marzo 2020.
3. utenze non domestiche che hanno attivato la partita IVA dal 1° Gennaio 2019

Le utenze non domestiche rientranti nelle suddette categorie devono attestare ad AIMAG la sussistenza dei requisiti presentando entro il 15 settembre 2021 apposita dichiarazione di cui all’art. 47 del D.P.R. 445/2000.
A disposizione il modulo per la dichiarazione (formato doc).

La richiesta dovrà essere inviata tramite email all’indirizzo PEC servizio.clienti@pec.gruppoaimag.it entro il 15 settembre 2021.
Le richieste saranno sottoposte a verifica da parte degli uffici Tributi dei Comuni prima che le agevolazioni vengano erogate.

Per tutte le utenze appartenenti alle categorie esposte si prevede la riduzione in percentuale della quota fissa e quota variabile dovuta dal cliente per l’anno 2021 in funzione della casistica citata.
La percentuale varia in base alla categoria di appartenenza.
Le agevolazioni a) e b) saranno erogate con procedura automatica da parte di AIMAG.

Per attività nei Comuni di Camposanto, Medolla, Mirandola, San Prospero, Cavezzo, Concordia sulla Secchia, San Possidonio e San Felice sul Panaro

AIMAG, in veste di gestore del servizio, ha recepito quanto disposto dalle deliberazioni dei Consigli Comunali del territorio relativamente alle misure di agevolazione tariffaria a vantaggio degli utenti non domestici.
AIMAG intende garantire che le agevolazioni definite dagli enti competenti siano erogate in modo equo e tempestivo nel rispetto della normativa nazionale e locale.
Il documento si sofferma principalmente sugli aspetti pratici ed è rivolto agli utenti aziendali e alle associazioni.

Sono definite tre categorie di agevolazioni:

a) UTENZE CON LIMITAZIONI TEMPORALI ESTESE: utenze non domestiche con codice ATECO ricompreso nell’allegato 1 al DL n° 137 del 28.10.2020 (cosiddetto Decreto Ristori) come convertito con modificazioni dalla Legge n° 176 del 18 dicembre 2020; rientrano in tale categoria a titolo esemplificativo e non esaustivo bar, ristoranti, alberghi, gelaterie e pasticcerie, impianti sportivi, ecc…

b) UTENZE CON LIMITAZIONI TEMPORALI MEDIE: utenze non domestiche con sospensione o limitazione dell’attività nel periodo di zona rossa 2021; come da DPCM del 2 marzo 2021.
Rientrano in tale categoria sia le attività commerciali al dettaglio – fatta eccezione per le attività di vendita di generi alimentari e di prima necessità individuate nell’allegato 23 del medesimo decreto -, sia le attività inerenti i servizi alla persona diverse da quelle indicate nell’allegato 24 del medesimo decreto. Rientrano anche in tale casistica le utenze non domestiche con codice ATECO 94.9 (attività di altre organizzazioni associative) e gli esercizi commerciali ubicati all’interno di centri commerciali, gallerie commerciali per i quali è stata prevista la chiusura nei giorni festivi e prefestivi (art. 26 comma 2 DPCM 2 marzo 2021).

c) UTENZE CON RIDUZIONE DI FATTURATO :
1. utenze non domestiche che rispettano le prescrizioni di cui all’art. 1, comma 4, del d.l. n. 41/2021, ovvero che abbiano registrato un ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi dell’anno 2020 inferiore almeno del 30 per cento rispetto all’ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi dell’anno 2019; ai fini del calcolo della riduzioni di fatturato si fa riferimento alla data di effettuazione dell’operazione di cessione di beni o di prestazione dei servizi;
2. ai soggetti che hanno attivato la partita IVA dal 1° gennaio 2019 la riduzione Tari è riconosciuta se l’ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi del periodo dal 1° aprile 2020 al 31 marzo 2021 e inferiore almeno del 30 per cento rispetto all’ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi del periodo dal 1° aprile 2019 al 31 marzo 2020.

Le utenze non domestiche rientranti nelle suddette categorie devono attestare ad AIMAG la sussistenza dei requisiti presentando entro il 30 settembre 2021 apposita dichiarazione di cui all’art. 47 del D.P.R. 445/2000.
A disposizione il modulo per la dichiarazione (formato doc).

La richiesta dovrà essere inviata tramite email all’indirizzo PEC servizio.clienti@pec.gruppoaimag.it entro il 30 settembre 2021.
Le richieste saranno sottoposte a verifica da parte degli uffici Tributi dei Comuni prima che le agevolazioni vengano erogate.
Per tutte le utenze appartenenti alle categorie esposte si prevede la riduzione in percentuale della quota fissa e quota variabile dovuta dal cliente per l’anno 2021 in funzione della casistica citata.
La percentuale varia in base alla categoria di appartenenza.
Le agevolazioni a) e b) saranno erogate con una procedura automatica da parte di AIMAG.